Sport e salute Vademecum dello sportivo sano I pericoli del doping

Sport e salute Vademecum dello sportivo sano I pericoli del doping

L’uso della terapia con testosterone nel carcinoma della prostata è un argomento controverso ed è stato discusso in un articolo di Jannini et al. Gli autori concludono che il cancro alla prostata è effettivamente dipendente dal testosterone. Tuttavia, si ritiene che la saturazione del recettore degli androgeni nella prostata si verifichi a livelli sierofisi del testosterone sierologico ( ng / dL).

Il TTh può portare alla ginecomastia a causa dell’aromatizzazione degli estrogeni, dell’eritrocitosi, della ridotta spermatogenesi, dell’acne, della calvizie maschile e delle alterazioni indesiderate dei lipidi sierici, tra gli altri effetti. Molti FANS assunti per via sistemica si associano a un leggero aumento del rischio cardiovascolare, variabile in funzione dello specifico principio attivo usato e del dosaggio. Questo inconveniente, emerso soltanto negli ultimi anni da estese valutazioni d’uso post-marketing, riguarda soprattutto chi deve assumere FANS per lunghi periodi di tempo, mentre può essere considerato trascurabile per trattamenti occasionali di pochi giorni (come dovrebbero sempre idealmente essere le terapie con FANS).

Area Pediatrica, per una formazione condivisa ed evidence based

Questi ultimi due farmaci sembrano essere la causa di una Complex Regional Syndrome che colpisce anche la mano e il polso (43). Anche la ciclosporina e il tacrolimus, specialmente in pazienti che hanno subito il trapianto di un organo, possono determinare dolore simmetrico delle epifisi e una distrofia del sistema nervoso simpatico (44). Pazienti che ricevono alte dosi di bifosfonati tendono ad avere sintomi parainfluenzali tra cui mialgia, artralgia, dolore osseo che possono diventare disabilitanti soprattutto in pazienti già osteoporotici i quali possono arrivare a soffrire di poliartriti.

  • I farmaci per trattare il dolore sono numerosi; alcuni sono maggiormente indicati nel paziente oncologico, altri nel paziente con dolore cronico.
  • Per contro, lo squilibrio che si crea tra COX-2 (inibita) e COX-1 (attiva) fa si che i COXIB possano modificare alcuni parametri della coagulazione del sangue.
  • Inoltre, molti atleti indicano che l’uso di preparati steroidei con testosterone cipionato aumenta la forza e la resistenza.
  • Le più importanti sono la barriera emato-encefalica, che impedisce la penetrazione dei farmaci nel sistema nervoso centrale (SNC), e la barriera emoplacentare, che protegge il feto nell’utero della donna incinta.

L’uso/abuso di steroidi anabolizzanti – che, lo ricordiamo, sono farmaci molto potenti – può determinare una moltitudine di effetti collaterali, lievi o seriamente dannosi, o addirittura pericolosi per la vita. Dal punto di vista medico gli anabolizzanti (steroidi anabolizzanti) sono utilizzati per curare gli uomini che non producono abbastanza testosterone (ipogonadismo), in determinati tipi di anemia e in alcune forme di deperimento cronico dei muscoli. Possono essere usati anche per curare alcuni tipi di cancro al seno.Data la loro potenziale pericolosità e la presenza di numerose controindicazioni, il loro utilizzo deve avvenire unicamente a seguito di prescrizione del medico e sotto il suo controllo. La terapia con testosterone (TTh) è attualmente il trattamento principale per l’ipogonadismo ed è un’opzione per il trattamento della cachessia correlata al cancro. Sebbene il TTh sia efficace nel trattamento dei sintomi dell ipogonadismo, possiede potenziali effetti collaterali che richiedono un attento monitoraggio.

Disturbi Periarticolari indotte da farmaci

Al fine di mitigare tale effetto le compresse dovrebbero essere prese a stomaco pieno oppure bevendo latte. Informate l’oncologo se accusate indigestione, dolori gastrici o fastidio in sede addominale. Il Profilo Farmacologico prende in considerazione gli effetti collaterali più comuni e anche i meno frequenti in modo che siate preparati qualora dovessero verificarsi. Sono stati, invece, tralasciati gli effetti collaterali molto rari, ossia quelli che molto difficilmente accuserete.

  • Esiste però un’altra categoria di farmaci ad azione antinfiammatoria, i corticosteroidi, ossia cortisone e suoi derivati, che invece richiedono prescrizione medica per poter essere utilizzati.
  • Riduce la concentrazione di glucosio nel sangue, favorendone il trasporto dal sangue alle cellule di molti tessuti tra cui il muscolo e il tessuto adiposo.
  • A seconda della loro struttura chimica, i SARM possono agire come agonisti, antagonisti, agonisti parziali o antagonisti parziali dell’AR all’interno di diversi tessuti.
  • Infine, un esperimento simile è stato condotto su topi castrati per valutare se l’S-23 potesse salvare i topi dall’atrofia muscolare indotta dalla castrazione.
  • Le situazioni di pericolo potrebbero essere percepite come sicure con un aumento di rischio per la salute.

Il termine steroide anabolizzante invece di androgenico vuol dire che ci sono stati sforzi per alterare la struttura molecolare del testosterone così che il farmaco esercitasse un maggior effetto anabolizzante rispetto a quello androgenico. Negli atleti un altro beneficio, riportato come derivato dalla terapia con steroidi anabolizzanti, si riferisce all’aumento della produzione di un composto azotato chiamato creatinfosfato (CP). Il CP promuove l’immagazzinamento nella cellula muscolare di determinati enzimi tra cui l’ATP (adenosin-trifosfato).

Le sapogenine presenti nella salsapariglia includono la smilagenina (57 ,Figura 10) e sarsasapogenina ( 58 ,Figura 10). Questi composti hanno tutti il ​​potenziale per servire come materia prima per la sintesi di steroidi utili dal punto di vista medico. Gli utenti di queste sostanze credono che siano metabolizzate in T nel corpo umano, ma le prove cliniche non supportano questa esperienza [ 1 , 101 ]. Tutti i suddetti derivati ​​hanno un rapporto androgeno rispetto all’attività anabolica di circa uno a uno. Ci sono stati tentativi di produrre steroidi con bassa attività androgenica ma alta anabolica, ma ogni steroide anabolizzante conserva una certa attività androgenica. Mano a mano che il fegato rimuove gli ormoni steroidei dal plasma, le proteine di trasporto obbediscono alla legge di azione di massa e rilasciano l’ormone in modo proporzionale, mantenendo costante il rapporto tra ormone libero ed ormone legato.

Farmaci veterinari, comparto da 7,9 miliardi di euro. Il report di AnimalhealthEurope

Il naprossene (o naproxene) è una molecola che fa parte della famiglia dei FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei. Eessendo metabolizzati dal fegato ed escreti dai reni, nel caso in cui la persona sia affetta da patologie epatiche o renali, l’assunzione di questi farmaci può essere alterata, o causare effetti collaterali anche gravi. Per maggiori informazioni sui singoli farmaci si può consultare la Banca Dati Farmaci dell’AIFA.

Un SERM ampiamente usato per il trattamento del carcinoma mammario, il tamoxifene, agisce come un antagonista nel seno, un agonista nell’osso e un agonista parziale nell’utero. Gli effetti specifici dei tessuti di questi agenti sono esattamente ciò che li rende attraenti, in quanto possono essere personalizzati per affrontare condizioni mediche specifiche minimizzando gli effetti fuori bersaglio. Il farmaco di scelta per il trattamento della febbre e del dolore in gravidanza è il paracetamolo, la cui sicurezza in caso di uso occasionale o per terapie di breve durata è ampiamente documentata, mentre un’assunzione per più di 3 giorni di terapia richiede la valutazione del medico. Anche se quasi tutti i farmaci sono in grado di attraversare la placenta e di raggiungere l’embrione o il feto, sono pochi quelli che causano malformazioni o che possono alterare il suo normale sviluppo. Quelli più pericolosi sono soprattutto farmaci che vengono utilizzati per terapie croniche o di lunga durata.

Esistono differenti tipologie di FANS, che si distinguono in base al particolare tipo di COX su cui agiscono. Esistono i FANS non selettivi, ovvero i farmaci antinfiammatori non steroidei che agiscono su entrambe le tipologie di COX-1 e 2, ed i FANS selettivi, cioè quelli che inibiscono soltanto la COX-2. I FANS hanno PREGNYL un effetto antiinfiammatorio, analgesico ed antipiretico, tutti relativi alla loro interazione con la cascata dell’acido arachidonico. L’acido arachidonico è una molecola presente nelle membrane delle nostre cellule che grazie ad un enzima, chiamato ciclossigenasi o COX, viene trasformato in prostaglandine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *